Connettere enoteche e canali digitali: la Nouvelle Cave

connettere enoteche e mondo digitale

Anche nel mercato del vino l’unione dell’esperienza nei canali tradizionali e innovazione tecnologica può portare nuove prospettive. Occorre quindi connettere le enoteche e mondo digitale.

Il gruppo francese Casino sta continuando a sperimentare nuove soluzioni e soprattutto nuovi canali di vendita, dopo l’app Casino Max.

La risposta all’e-commerce è: connessione

Il nuovo punto vendita La Nouvelle Cave, nel III Arrondissement di Parigi, prevede un nuovo design e nuovi espositori sia per il vino che per i distillati. La novità maggiore è però l’offerta di etichette provenienti da Cdiscount, il principale e-commerce di vino della Francia, dove sono presenti 7000 tra vini, birre e distillati. I clienti che non trovano l’etichetta preferita tra le 650 presenti sugli scaffali, potranno ordinarle tramite i terminali presenti in negozio, e farsele poi consegnare a casa o nel punto vendita. Un buon modo per connettere enoteche e mondo digitale.

Le scelte di acquisto dei wine lover vanno poi ad arricchire il database delle preferenze, in modo che le bottiglie presenti sugli scaffali del negozio fisico siano sempre tra quelle più ricercate online e votate dai wine lovers. 

Secondo Laurent Lacluque, direttore vendite di vini e distillati a Cdiscount, c’è un evidente ritardo tra il settore vinicolo, piuttosto tradizionale, e la dinamicità del mondo delle start-up. Per questo motivo il mercato del vino deve, sempre secondo Lacluque, reinventarsi per stare al passo con i nuovi canali di vendita.

L’interfaccia dei terminali presenti a La Nouvelle Cave sono stati progettati dalla francese Matcha, di cui ho già parlato, e si basa sul servizio Matcha Advisor. Con questa tecnologia, è possibile ricevere le indicazioni di acquisto in tempo reale, in base al tipo di vino, al prezzo, agli orari di vendita. L’obiettivo è offrire al cliente i vini che desidera dandogli la certezza che troverà di sicuro l’etichetta giusta. 

Start-up digitali e mercato offline del vino

Anche l’enoteca Le Petit Ballon, sempre a Parigi nel XV Arrondissement, ha scelto di seguire una strada analoga.  Nel loro punto vendita, un sommelier virtuale guida i clienti sull’etichetta giusta utilizzando uno schema implementato da Soixante Circuits, utilizzando anche degli schemi colorati per rendere più divertente il percorso di acquisto.

Il dispositivo può anche essere attivato su uno smartphone tramite un QR-Code e non richiede il download di un’applicazione. L’interfaccia di Matcha è stata realizzata in esclusiva per La Nouvelle Cave.
La soluzione è destinata a rispondere soprattutto ad una esigenza riscontrata da tutti i distributori nella categoria dei vini e degli alcolici; sugli scaffali, oltre all’origine geografica, non si trovano indicazioni sul vino, ad esempio sugli abbinamenti consigliati. Le informazioni presenti online sono, in questo modo, condivise con gli acquirenti offline, migliorandone l’esperienza di acquisto. Per alcune etichette i clienti possono assaggiare prima di acquistare, o portare la bottiglia alla giusta temperatura utilizzando la soluzione Chiller Concept.

Connettere le enoteche con i canali digitali

Sono previste lezioni base su vino e mixology con enologi e baristi, con offerte speciali riservate ai clienti del programma “Cdiscount A Volonté”.  Un modo intelligente per fidelizzare i clienti, sul modello Amazon, e connettere enoteche e mondo digitale.

La risposta dei clienti sarà ovviamente essenziale per decidere il futuro della nuova cantina. E se i Millennials sono chiaramente il target principale, i meno connessi non vengono dimenticati, ma anzi guidati nelle loro scelte grazie alla tecnologia digitale.

Resta da vedere se, una volta passata la curiosità, i visitatori adotteranno la Nouvelle Cave in modo costante oppure no.
In ogni caso, è una scommessa vincente per Matcha. Fornendo la tecnologia a un gruppo di queste dimensioni, la start-up offre molte opportunità. Per il momento, il progetto è in fase di test che durerà per alcuni mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *