IoT in Vigna e piante di città

Spesso non ci si pensa, ma anche le piante in città devono essere tenute sotto controllo. Le malattie possono danneggiare gravemente il fusto ed i rami, ed oltre a causare la morte della pianta sono un rischio per i cittadini che passeggiano per un viale dove le piante hanno dei rami ormai marci e prossimi a cadere. 

Infrastruttura verde urbana

Il controllo delle piante in città, però, non è così semplice come può esserlo in un bosco o in un frutteto, soprattutto a causa degli spazi ristretti in cui ci si trova ad operare.

Le piante in città aiutano a mantenere a livelli accettabili la qualità dell’aria ed impreziosiscono i viali. Il cambiamento climatico sempre più veloce, però, rischia di accelerare anche le malattie di questi alberi, peggiorando la qualità della vita degli abitanti.

Ad oggi non esistono tool di monitoraggio che consentano di tenere sistematicamente sotto controllo la loro salute. Le normative che regolano il volo degli UAV, quelli che conosciamo col nome di droni, però non consentono di farli volare attraverso le strade cittadine, e questo significa che ogni albero lungo ogni viale debba essere controllato singolarmente, con un esperto che effettui le misure ed i controlli necessari.

La città di Melbourne si sta dotando di un sistema, mutuato dalle esperienze dei viticoltori australiani, per verificare lo stato di salute degli alberi, o meglio per monitorare la Green Urban Infrastructure.

IoT per le vigne, IoT in città

Il progetto VoFVineyard of Future, è un consorzio multinazionale che coinvolge Australia, Cile e Spagna e, in collaborazione con le Università di Melbourne e di Adelaide (Australia), de La Rioja (Spagna) e di Talca (Cile), ha l’intento di studiare sistemi di raccolta ed analisi dei dati dei vigneti, basati su strumentazioni connesse tramite rete wi-fi.

Il sistema IR-busmonitor ideato da VoF prevede di usare gli autobus ed i tram del servizio di trasporto pubblico per monitorare le piante dei viali, installando una fotocamera a luce visibile ed infrarosso sul tetto dei mezzi pubblici che inquadrerà le foglie dei rami.

Sinergia Smart

L’uso degli autobus per questo scopo è un’idea semplice e con costi molto contenuti, e che può fornire indicazioni anche diverse da quelle strettamente agronomiche, come informazioni sullo stato dell’arredo urbano. E’ anche un esempio concreto di cosa significhi davvero la parola ‘sinergia’, il modo in cui la Smart City può trarre beneficio dalla Smart Vineyard.

Questi dati saranno sommati alle coordinate dei GPS ed elaborate con un sistema di cloud computing, in modo da ottenere una mappatura temporale e spaziale della salute dell’infrastruttura verde urbana. Unendo questi dati a quelli relativi alle condizioni ambientali, alla quantità di acqua presente sulle foglie e la percentuale di anidride carbonica raccolta, si potrà costruire una mappatura che fornisca lo spaccato della situazione della salute delle piante.

La guida a Telegram gratuita e completa
Scaricala GRATIS e risparmia € 8,60!
We respect your privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *