Quando i giganti della tecnologia iniziano a muoversi in una determinata direzione, vuol dire che quel settore ha una previsione di crescita interessante.

E se il settore è il vino, allora il futuro della tecnologia nell’industria del vino è praticamente segnato.

Piattaforme digitali per il vino

Nel 2015 Ericsson insieme a Intel, Telenor Connexion e MyOmega System Technologies hanno dato vita al sistema TracoVino, un insieme di soluzioni integrate per la coltivazione della vite e la produzione di vino.

Si tratta di una DCP, una Device Connected Platform ossia una piattaforma informatica per dispositivi digitali connessi tra di loro e lavora sulla rete dati cellulare, la rete 4G e prossimamente 5G. 

Il Vice Presidente di Ericsson, Anders Olin, direttore dell’Area Prodotti, ha detto che:

Portando un sistema di connessione standardizzato e con una sicurezza end-to-end dai sensori IoT fino al cloud, questa cooperazione rappresenta la dimostrazione dell’importanza di Ericsson nel settore IoT. Vediamo un grande potenziale di scalabilità nei servizi offerti ai produttori di vino in tutto il mondo, e per nuove applicazioni industriali nella società connessa

I test sono stati fatti nella regione della Mosella, in Germania.

Ericsson ha siglato accordi con la Tim italiana, che quindi si impegnerà a sviluppare la rete 5G, che consente un traffico dati più sicuro e veloce. 

L’ingresso della tecnologia in un settore importante come il vino ha, o può avere, interessanti sviluppi anche in ambienti diversi, dal terziario avanzato ai trasporti, dal turismo alle Smart Cities.

La guida a Telegram gratuita e completa
Scaricala GRATIS e risparmia € 8,60!
We respect your privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *